Addetti vendite di giocattoli e casalinghi

Il ruolo degli Addetti vendite di giocattoli e casalinghi

L’addetto vendite – commesso – si occupa di accogliere e accompagnare il cliente nel suo processo di scelta e acquisto nel punto vendita.

Per i casalinghi sarà necessario padroneggiare e saper descrivere bene le diverse qualità di porcellane, vetri o cristalli, vantaggi e svantaggi delle diverse linee di prodotto. Bisognerà inoltre conoscere le funzioni dei diversi utensili, in modo da saper indicare quale di essi è in grado di fare ciò di cui il cliente ha bisogno.

In un negozio di giocattoli il commesso dovrà interfacciarsi con due tipi di clienti: gli adulti in cerca di un regalo per figli, nipoti, amichetti dei figli, e direttamente i bambini. Per riuscire a dare buoni consigli a entrambi dovrà conoscere le tendenze del momento: i cartoni animati e i personaggi più in voga e le ultime novità lanciate dagli spot in televisione o dagli influencer sui social media.


Interessarsi alle esigenze dell’acquirente, comprendere i suoi gusti, fornire informazioni sui prodotti e sul loro utilizzo è la parte più evidente di questo mestiere. Ma l’addetta vendite deve occuparsi di molti altri compiti rilevanti legati alla gestione del negozio. Serve inoltre un’ottima predisposizione al rapporto con il pubblico e al sorriso, autocontrollo e attitudine al problem solving.

Concentrazione, memoria, capacità di capire le persone e doti di persuasione sono fondamentali per svolgere al meglio questo mestiere, assieme a una buona resistenza fisica che permetta di restare in piedi per tutto il tempo. Senza dimenticare l’importanza di essere sempre puliti e in ordine.

In pratica

Le più comuni mansioni dell’addetto alle vendite, come abbiamo visto, riguardano la relazione con il cliente e la capacità di metterlo a proprio agio.

Ma – in base al tipo di negozio, alle sue dimensioni e al ruolo assunto al suo interno – la commessa deve anche occuparsi di ordini e riallestimento dei prodotti, della disposizione a scaffale, dell’ordine e della pulizia; deve controllare i movimenti degli avventori per essere pronta a offrire un aiuto, ma anche per verificare che non si verifichino furti.

Deve saper utilizzare una cassa, gestire i pagamenti anche con POS, occuparsi di buoni e resi e di apertura e chiusura. Deve conoscere il funzionamento dei prodotti in vendita (piccoli elettrodomestici nei casalinghi e regole dei giochi nei negozi di giocattoli), dare informazioni su come prendersene cura. Devono avere un buon gusto estetico per allestire piccoli angoli espositivi e vetrine.

Sbocchi professionali

Qualunque attività commerciale richiede la presenza di un addetto alle vendite. Si può trattare di negozi piccoli, in cui il commesso assiste o sostituisce il titolare dell’attività, o di punti vendita di grandi catene internazionali, in cui si lavora fianco a fianco con numerosi colleghi – di solito su turni che possono includere pause pranzo e fine settimana – e dove spesso stili e prassi di lavoro sono ben delineate dalla casa madre.

Le prospettive di crescita di una commessa sono varie: dallo spostarsi in negozi più prestigiosi al diventare responsabile del punto vendita in cui lavora.

Diventare addetti alle vendite giocattoli e casalinghi

Per diventare commessi non c’è un particolare percorso di studio, e ci si affida alle proprie doti e alla passione. Esistono però corsi attivati da enti formativi su richiesta di diversi commercianti, mentre le catene prevedono spesso, all’assunzione, la partecipazione a corsi durante i quali trasmettono le informazioni più rilevanti ai neo assunti.

La possibilità di fare carriera, invece, è determinata dalle capacità dimostrate nell’attività di lavoro.

129 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti