top of page

Prompt Engineering: a cosa serve saper usare in maniera competente l’Ai nell’evoluzione del lavoro?




L’Intelligenza Artificiale sta modificando il mondo del lavoro. In realtà già da tempo utilizziamo strumenti basati su queste tecnologie, ma sicuramente l’AI generativa (Chat GPT ne è l’esempio più noto) è quella che sta colpendo maggiormente la nostra attenzione.

Gli strumenti di Intelligenza Artificiale generativa, infatti, sono alla portata di tutti, e rispondono a comandi generati con linguaggio naturale, producendo output che stupiscono per la loro accuratezza.

 

L’Intelligenza Artificiale impatta le nostre vite in ogni campo, ma è nel mondo del lavoro che possiamo riscontrare i maggiori cambiamenti. L’estrema rapidità di calcolo e controllo dei dati la rende ormai insostituibile in diversi ambiti: pensiamo ad esempio al mondo della ricerca medico – scientifica e ai passi da gigante che consente di fare grazie alla sua rapidità nell’analizzare e categorizzare immense quantità di informazioni.

 

Questa evoluzione porta sicuramente a modifiche sostanziali in ambito lavorativo: certe professioni cambieranno in maniera importante, e verrà data la priorità a ruoli e posizioni che richiedono competenze tecniche sofisticate. Ma l’esigenza di competenze tecniche riguarderà solo determinati campi. In altri casi – la maggior parte – sarà invece fondamentale imparare a utilizzare le proprie skill con l’aggiunta della conoscenza dell’AI.

 

Dal Lavoro alla Skill: Il Concetto di Prompt Engineering

Per far funzionare in modo ottimale l’Intelligenza Artificiale è necessario porre in modo accurato le richieste. Il Prompt Engineering è, appunto, il processo che struttura le richieste da fare all’AI, per far sì che essa generi i risultati migliori.

Molti parlano di Prompt Engineering come di una vera e propria professione, ma a nostro avviso la riflessione da fare è più ampia. Se oggi saper interagire in maniera competente con l’AI può ancora essere una capacità di pochi, nel tempo è poco realistico immaginare che, fra i ruoli interni alle organizzazioni, vi sarà spazio per reparti completamente dedicati a queste competenze.


Il Prompt Engineering, quindi, è da intendersi più propriamente come una competenza che avrà via via  sempre maggior valore in abbinamento alle proprie capacità tecniche e alle proprie soft skill, e che permetterà di lavorare in maniera più efficace ed efficiente in ogni campo e ruolo.

 

Sapere come porre le richieste all’Intelligenza Artificiale, infatti, diventerà con il tempo un valore aggiunto – o una competenza richiesta - in qualunque ambito. 

 

Per funzionare, in qualunque ambito di lavoro minimamente strutturato devono coesistere diversi ruoli e diverse competenze : è decisamente più verosimile pensare che ogni persona che lavora al suo interno sia in grado di utilizzare gli strumenti di AI utili al proprio ruolo e ai propri obiettivi, piuttosto che avere un reparto interno che si pone in qualche modo come interprete fra le persone competenti in un ambito e ciò che vorrebbero che le macchine facessero per loro.

 

Il Ruolo dell'Intelligenza Artificiale nelle Aziende del Futuro

Per questo, in un futuro prossimo, l'AI non sarà solo un componente aggiuntivo delle operazioni aziendali, ma piuttosto una competenza diffusa, integrata in tutte le funzioni aziendali. Il Prompt Engineering, in particolare, emergerà come una delle competenze cardine di questa trasformazione.



Essere competenti nel Prompt Engineering richiede una combinazione di competenze hard e soft. Da un lato, infatti, è necessario acquisire conoscenze tecniche approfondite nell'ambito dell'AI, comprendendo i linguaggi di programmazione e le metodologie di progettazione dei prompt. Dall'altro lato, è altrettanto importante sviluppare competenze di comunicazione e relazione, poiché il successo del Prompt Engineering dipende anche dalla capacità di comprendere a fondo le esigenze e tradurle in prompt efficaci.

 

Nelle aziende del futuro, quindi, possiamo immaginare che l'AI non sarà più vista come una tecnologia separata, ma come un tessuto connettivo che permea l'intera organizzazione. In un simile contesto, il Prompt Engineering cesserà di essere solo un'abilità tecnica, trasformandosi in un elemento chiave per garantire il funzionamento delle attività basate sull'Intelligenza Artificiale. Possedere questa competenza diventerà fondamentale per tenere il passo con l'innovazione e creare soluzioni che trasformeranno radicalmente le operazioni aziendali.

Commenti


bottom of page